Rottamazione ter e saldo e stralcio al 31 luglio
730

Rottamazione ter e saldo e stralcio al 31 luglio

C’è tempo fino al 31 luglio 2019 per fare pace col Fisco per mezzo della rottamazione ter e del saldo e stralcio.
È quanto previsto dall’emendamento approvato dalle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera al decreto Crescita, che dovrebbe essere convertito in legge entro la fine del mese di giugno.
I contribuenti, che non hanno fatto in tempo ad aderire agli istituti agevolativi entro il 30 aprile scorso, possono quindi farlo entro la fine del mese di luglio mediante la presentazione di apposita istanza e il versamento in un’unica soluzione delle somme dovute oppure optando per il pagamento con un massimo di 17 rate consecutive.

Buone notizie per i contribuenti che hanno perso il treno della terza edizione della rottamazione e quella del saldo e stralcio.
Viene infatti concessa la possibilità di aderire nuovamente alla sanatoria fino al 31 luglio 2019.
È quanto prevede l’emendamento (Molinari), approvato l’11 giugno 2019 dalle Commissioni Bilancio e Finanze della Camera, al decreto Crescita (D.L. n. 34/2019) che prevede l’inserimento del nuovo articolo 16-bis “Riapertura dei termini per gli istituti agevolativi relativi ai carichi affidati agli agenti della riscossione”.
I contribuenti avranno quindi più tempo per poter fare pace col Fisco, dato che l’adesione ai due istituti agevolativi è scaduta il 30 aprile 2019

Lascia un commento

Chiudi il menu